22/04/2020
08:34

Farmacisti e Covid-19: continua l’impegno in prima linea

Nell’attuale panorama italiano dell’emergenza Covid-19 tutto il personale sanitario, dai medici agli infermieri agli operatori socio sanitari, continua a lavorare in prima linea per contenere la diffusione del virus. Nonostante le restrizioni agli spostamenti abbiano fatto registrare un calo nella frequentazione delle farmacie, in questo contesto i farmacisti continuano ad essere un punto di riferimento fondamentale per la comunità.

Insieme alla medicina territoriale e agli ospedali, le farmacie rimangono un touch point fondamentale per informare i cittadini e tutelarne la salute. Un impegno che spesso i farmacisti si assumono anche a costo della propria salute, in quanto particolarmente esposti al rischio di contrarre il virus.

Le iniziative delle farmacie e per le farmacie

Sono ormai numerose le farmacie che offrono servizi di consegna a domicilio dei farmaci, ottimizzano i servizi di trasmissione delle ricette e si impegnano in diversi modi a sostenere la popolazione in questo momento delicato. Per ringraziare e dimostrare vicinanza non solo ai farmacisti, ma a tutte le categorie di lavoratori che continuano a portare avanti attività fondamentali in questo periodo di emergenza, il Governo ha lanciato la campagna di comunicazione “Grazie”.

Inoltre, in queste settimane sono state avviate diverse iniziative di solidarietà e sostegno economico che coinvolgono il mondo delle farmacie e di seguito ne segnaliamo alcune:

  • Federfarma in collaborazione con la Croce Rossa Italiana ha organizzato la distribuzione dei farmaci per le fasce più deboli. Due numeri verdi sono attivi per recepire le richieste di chi non può recarsi in farmacia a causa di patologie gravi, disabilità, sintomi riconducibili al Covid-19, persone non autosufficienti o poste in regime di quarantena.
  • L’Ordine dei farmacisti ha attivato nelle diverse province numerose iniziative, al fine di contribuire in modo concreto alla tutela della salute dei farmacisti, come ad esempio l’acquisto e la distribuzione gratuita di visiere e mascherine protettive.
  • Fenagifar, Federazione Nazionale Associazioni Giovani Farmacisti, ha attivato una serie di webinar che offrono sostegno psicologico ai farmacisti. #iorestoinascolto, questo il titolo del ciclo di appuntamenti, ha come obiettivo offrire supporto ai farmacisti attraverso la condivisione delle difficoltà che questi si trovano ad affrontare in questo periodo. Il primo incontro, che si è svolto il 6 aprile, ha registrato il tutto esaurito; le prossime date saranno comunicate tramite i canali Fenagifar.
  • Sul fronte delle chiusure si è mobilitata anche Credifarma, attraverso l’attivazione di un finanziamento a procedura facilitata in 24 ore dedicato alle farmacie che, per motivi sanitari, dovranno sospendere temporaneamente l’attività. Il finanziamento sarà pari ai giorni di chiusura della farmacia, fino a un massimo di 30 giorni. La soluzione creditizia sarà calcolata sulla media dei fatturati dei tre mesi precedenti e il fido potrà essere rimborsato fino a 18 mesi.
Condividi