Servizi Farmacia: come ampliare l’offerta in un mercato competitivo

 

Per trasformare la farmacia in un punto di riferimento per servizi a valore aggiunto dedicati al paziente-cliente, è necessario mettere in atto diverse innovazioni per ampliare il tradizionale ruolo del farmacista, riorganizzando anche il modo in cui il personale lavora e integrando l’offerta con nuove tecnologie. Le farmacie devono riconoscere la necessità di un nuovo approccio ed essere disposte a operare i cambiamenti, fornendo ai clienti ulteriori validi motivi per fermarsi nelle farmacie.

I nuovi servizi farmacia a cui aprirsi possono riguardare diverse aree di interesse come il wellness, programmi di screening, test di laboratorio, programmi di educazione alla salute, gestione dello stato della malattia e programmi di aderenza alla terapia.

Su quali servizi puntare

Di seguito alcuni servizi farmacia a valore aggiunto:

  • La farmacia può offrire servizi di assistenza ai pazienti, migliorando la soddisfazione dei clienti. Ad esempio, percorsi per smettere di fumare e programmi di aderenza ai farmaci sono un valido aiuto nel mantenere la farmacia competitiva.
  • È possibile offrire servizi di assistenza clinica per differenziare l’attività. Mettere i pazienti al centro dell’attenzione significa coinvolgerli in base alle loro condizioni e ai farmaci che assumono. I farmacisti devono individuare il modo in cui i pazienti possono ottenere risultati migliori e fornire l’istruzione e il supporto di cui hanno bisogno.
  • Volendo offrire servizi di educazione e gestione dello stato della malattia nella farmacia, è possibile anche collaborare con un’azienda che fornisce strumenti per migliorare i risultati in pazienti con condizioni croniche.
  • Le farmacie posso offrire informazioni aggiuntive su un nuovo programma di dieta o sul regime vitaminico più adatto, posizionandosi come esperti nutrizionisti.
  • I test di laboratorio sono un proficuo servizio che le farmacie possono offrire ai loro pazienti. Oggi le farmacie utilizzano varie organizzazioni per offrire screening sanitari e test di laboratorio di farmacogenomica. L’importante è che la farmacia resti il punto di accesso per questi test.
  • Uno dei servizi farmacia che spesso manca è l’educazione alla salute. È possibile trasformare la propria farmacia in un centro di educazione sanitaria, ospitare corsi e collaborare con nutrizionisti o infermieri nella zona di riferimento. L’educazione alla salute crea molte opportunità di partnership e può generare un interesse a più largo raggio, allargando il numero di persone – pazienti coinvolti sul territorio.

 

NEWS CORRELATE